Parte dal comune di Fiuggi il progetto Latium Terrae Benedicti, che nella giornata di giovedì 23 maggio ha ottenuto l’adesione ufficiale di 19 comuni delle province di Roma e Frosinone. Presente l’alta Valle dell’Aniene con i sette comuni firmatari del protocollo d’intesa: Subiaco, Trevi nel Lazio, Filettino, Arcinazzo Romano, Jenne, Olevano Romano e Vallepietra. A questi si sommano 12 comuni della Ciociaria: Anagni, Alatri, Acuto, Collepardo, Ferentino, Fumone, Guarcino, Trivigliano, Torre Cajetani, Veroli e Vico nel Lazio.

Il progetto, finalizzato a restituire notorietà al territorio e promuovere al contempo la vocazione turistica alla zona dei comuni Simbruini ed Ernici, si avvale del team di architetti riuniti nel gruppo Laboratorio Fiuggi e dell’appoggio di Federalberghi Fiuggi. Attualmente il network è in attesa di riconoscimento da parte della Regione Lazio: Federalberghi Fiuggi già a ottobre aveva sollecitato l’assessore regionale al turismo Lorenza Bonaccorsi a valutare l’istituzione di un tavolo di lavoro permanente per lo sviluppo della destinazione “Terme del Lazio” e i percorsi di sviluppo territoriale proposti da Laboratorio Fiuggi.

Per Subiaco la firma di questo protocollo d’intesa si somma a quella con cui l’11 dicembre 2017 veniva promosso il Distretto Turistico Tivoli – Subiaco – Palestrina (con la più recente aggiunta di Guidonia Montecelio), sempre al fine di favorire lo sviluppo turistico del territorio, in quel caso tiburtino.