Storici locali, esperti di storia dell’arte, rimatori e soprattutto tanta passione verso la propria comunità. Questi gli ingredienti alla base dell’evento Alla ricerca delle Nostre Radici, da Santa Chelidonia al Brigantaggio, che sabato 8 giugno dalle ore 17 animerà i locali parrocchiali di Vignola (Subiaco), grazie all’ospitalità del parroco don Orlando Duque.
Il coordinatore dell’evento, Giulio Checchi, spiega che la prima finalità dell’iniziativa è quella di aiutare la stessa comunità locale di Vignola a riconoscersi tale, in questa caso attraverso l’acquisizione di nuove consapevolezze sulle proprie radici. Ecco allora scorrere nel programma alcuni numi tutelari della storia di Subiaco e dintorni: Paolo Capitani, Giovanni Sbraga e Alessandro Scafetta. Quest’ultimo vero e proprio protagonista dell’incontro in qualità di autore del recente libro Briganti, carbone e polenta (1860-1872), che sarà presentato da Benedetto Appodia, presidente dell’Università Popolare di Subiaco. Il libro è un grande mosaico di racconti, aneddoti e informazioni sulla società popolare dei secoli passati. Un modo per fissare secoli di tradizione orale tramandata di padre in figlio, tracciando un ritratto vivido, genuino e articolato della società rurale sublacense. A spezzare il ritmo di questi interventi saranno le rime di Alessio Checchi, accompagnate alla chitarra da Jessica Panzini.
Sarà infine la storica dell’arte Fabiana Federici a descrivere il suo studio accademico sull’antichissimo affresco che decora la grotta dell’ex-monastero rupestre di Santa Chelidonia, offrendo diversi spunti di riflessione sul suo legame con altri nodi focali della spiritualità del territorio. L’evento si chiuderà con un piccolo rinfresco aperto a tutti i partecipanti.
Attraverso questo evento, e altri che seguiranno, la comunità di Vignola continua a raccogliere le tracce della propria storia e gli indizi per interpretare il suo presente e ricostruire un’identità locale da cui possa scaturire una rinnovata forza aggregatrice.