Il primo agosto presso i locali di un’associazione di volontariato da anni attiva sul territorio della Valdaniene, si è riunita l’assemblea preliminare per la riorganizzazione del movimento politico Forza Italia, convocata dal Vice Coordinatore regionale del Lazio Giuseppe Agostara, che ha chiamato a raccolta i referenti dei comuni che afferiscono all’ex collegio elettorale n. 41. Nutrita la partecipazione dei presenti in rappresentanza dello storico movimento che nel corso dei decenni è sopravvissuto alla trasformazione politico-sociale del Paese nonostante le defezioni di molti esponenti migrati verso altri lidi. Gli uomini di Forza Italia, che provengono da Agosta, Affile, Arcinazzo Romano, Cervara di Roma, Jenne, Vallepietra e naturalmente Subiaco, hanno discusso i temi all’ordine del giorno a partire dalla relazione introduttiva di Agostara, soffermandosi poi sulle modalità operative della riorganizzazione del partito per definire, ultimamente, dettagli, tempi e modalità sul tesseramento per l’anno in corso.

Alla fine di questa fase preliminare sarà il Congresso a eleggere il Delegato di Collegio con funzioni di raccolta e coordinamento delle varie istanze politiche, e non solo, che giungeranno sul tavolo del movimento dalla base attiva sui territori. Questo dialogo continuo tra cittadini e responsabili politici sarà capace di rappresentare le esigenze reali e le vere aspettative degli elettori che vivono nei comuni lungo il corso del fiume Aniene, spesso trascurati negli anni precedenti da generazioni di politici scarsamente vicini a loro tranne all’indomani delle consultazioni elettorali. Nel corso della riunione Giuseppe Agostara ha dilatato il focus della discussione sui temi politici di stringente attualità secondo un’ottica nazionale che ha privilegiato l’argomento ineludibile del prossimo referendum confermativo sulla riforma istituzionale del taglio dei parlamentari che, apprendiamo dalle sue parole, “finirebbe per decimare la residua rappresentanza parlamentare dei cittadini se la legge non venisse abrogata dalla maggioranza dei partecipanti alla consultazione”.

Altro tema onnipresente nell’agenda politica del Coordinatore Agostara è la riforma della legge elettorale di stampo proporzionale con la conseguente riorganizzazione dei collegi. Nelle sue pregresse esperienze politiche, Agostara si è formato nel clima del moderatismo liberale inalberando i valori tradizionali del cattolicesimo e della famiglia che nel corso del Novecento italiano hanno segnato generazioni di uomini e donne maggioranza nel Paese, e che nelle prossime tornate elettorali sapranno risvegliare le coscienze di chi si è allontanato da questi principi. Dalla sintesi della sua relazione si evince l’esigenza di fare gruppo intorno a un coordinatore che sappia rappresentare e declinare sui territori un’agenda politica che privilegi i temi più cari a Forza Italia, la libertà, la giustizia, la voglia di fare impesa, l’accesso al lavoro e la salvaguardia delle garanzie costituzionali tra cui la difesa del diritto alla salute che nel corso degli ultimi anni ha visto un notevole regresso in Valdaniene con la drastica riduzione dei servizi socio-sanitari dell’ospedale Angelucci. Ma protagonista del dibattitto è stato anche il ragionier Bruno Sbardella intervenuto come Incaricato di Collegio. Tra le prossime iniziative annunciate da Bruno Sbardella sarà proprio durante il Natale della Città di Subiaco che si prenderanno le mosse per rilanciare il partito di Forza Italia, che nel giorno 10 di agosto  sarà presente in piazza Sant’Andrea dalle 9 alle 18 per sensibilizzare la popolazione durante la tradizionale fiera di merci in occasione delle celebrazioni del martire San Lorenzo.