Manca meno di un anno ormai alle prossime elezioni comunali di Subiaco, un momento importante per la città ed il centro-destra, insieme alle varie realtà civiche e associative, sono a lavoro da mesi ormai, per offrirle una visione concreta che ha una parola d’ordine: unione.

È per questo che Obiettivo Sviluppo, Lega Subiaco, Fratelli d’Italia Subiaco, Alternativa per Subiaco, Forza Italia e SI-Amo Subiaco hanno scelto di comunicare l’unitarietà del progetto politico che li vedrà protagonisti, insieme.

Questo è avvenuto grazie ad un comunicato congiunto pubblicato via social domenica 6 settembre alle ore 12 e attraverso l’affissione pubblica di manifesti con cui promuovere la volontà di perseguire un “progetto serio ed unitario, senza veti, e che ponga al centro le POLITICHE per la crescita e lo sviluppo del Territorio”, riportandone letteralmente un estratto.

Un progetto che resta aperto al contributo di tutti coloro che, a vario titolo, desidereranno spendersi per il futuro di Subiaco.

Tante voci quindi ma in una dimensione corale che ricerca l’armonia perché è nell’unione che le idee diverse sembrano riuscire a prendere forma concretamente.

Quel confronto costante, tra diverse visioni, rappresenta infatti la modalità più armonica per individuare la strada da seguire.

Ricercare l’unità partendo dalla pluralità non è certamente semplice: un’unità che si compie attraverso un progetto a cui approdare solo insieme ma, al tempo stesso, un’unità che non diviene univoca.

Essa infatti, mantiene quella ricerca di pluralità nella misura in cui le realtà operanti restino distinte, ciascuna calata nelle proprie caratteristiche da cui può nascere un apporto diverso e dunque prezioso.

Quelle pluralità riescono a diventare unità stringendosi attorno ad un ideale, quello sì unico ed univoco: la rinascita della città.

Se dovessi paragonare questa idea di politica mi viene in mente il binocolo che non restituisce immediatamente un’immagine nitida a quegli occhi che con fiducia si avvicinano alle due lenti.

Si intravedono i contorni, si può presumere quale sia il percorso da fare. È solo mettendo a fuoco però che quei contorni si fanno netti, che le forme si concretizzano ed i colori si fanno pieni.

Allo stesso modo il percorso per raggiungere l’unità è una continua e costante messa a fuoco da realizzare ogni giorno per poter proporre alla città una nuova visione di sé.

Ora che il binocolo restituisce un’immagine nitida non ci resta che guardare dove vorrà condurci e contribuire, ciascuno di noi, a mettere a fuoco ancor più ciò che desideriamo per la città.