Nello De Santis e Alessandra Fidanza hanno formalizzato la creazione di una federazione dei loro gruppi consiliari. Nelle ultime sedute di consiglio, insieme ai colleghi di Altra Italia avevano manifestato preoccupazione per lo stato del bilancio comunale e per l’immobilismo dell’amministrazione e avevano lamentato la mancata condivisione delle scelte amministrative, chiedendo un convinto cambio di passo.

Nei giorni scorsi, ho già informato il Sindaco, oltre alle forze politiche e si consiglieri di maggioranza, di aver lasciato l’associazione Tivoli Progetto Comune – ha dichiarato De Santis –. Ribadisco quanto affermato nel consiglio del 4 dicembre: Il sostegno chiaro, anche se critico, all’amministrazione posso darlo anche fuori dalla lista e senza quella lista. Anzi, forse potrebbe essere un sostegno più forte, se basato su condivisione e partecipazione”.

Spero che in questo modo si semplifichi un quadro oggettivamente frastagliato – ha continuato De Santis – e si aiuti quel processo di condivisione e partecipazione necessario a compiere atti utili alla Città e alla nostra comunità. Perché questo è l’obiettivo delle istituzioni e della politica con la P maiuscola: mettere in campo politiche che facciano crescere la comunità. Per far questo non serve arroccarsi su posizioni di potere ma serve coraggio e capacità di confronto”.

Per definizione si federano anime politiche diverse e di diversa provenienza che vogliono però essere inclusive – ha precisato Alessandra Fidanza -. Anime politiche che hanno idee, anche forti, sulle quali però vogliono confrontarsi. Per imparare. Per crescere. Fare buona politica significa sentirsi comunità. Significa saper analizzare i bisogni, fare proposte politiche, cercare di mettere in campo progetti per attuarle. Significa sognare un futuro sereno per la nostra comunità e disegnarlo. Significa lavorare per una Città unita e solidale. Siamo convinti che con la federazione possiamo dare un contributo più efficace”.

Un ultimo cenno è stato fatto da Fidanza sul cambio di passo. “Il cambio di passo di cui parliamo con De Santis, ma anche con gli amici di Altra Italia, è indispensabile per affrontare i temi e le emergenze cittadine”

Al di la dei ruoli istituzionali, la portavoce della nuova federazione di gruppi consiliari sarà Alessandra Fidanza.